Itria: il mio sogno era di giocare in serie A, ora spero di fare bene

Asti punta sui giovani, inutile nascondersi, la voglia di creare un contenitore in cui far crescere le ambizioni e la voglia di giocare dei giovani astigiani c’è, e inoltre l’affacciarsi del Città di Asti nel futsal che conta nella serie A è testimone di un successo e di una crescita continua. Quest’anno poi è stata stretta una sinergia quanto mai proficua tra gli Orange e il Città di Asti che ha portato due campioni emergenti nelle file biancorosse Scianna e Francesco Itria, una sorta di giramondo del futsal astigiano tra Astense, Orange, Avis isola, Orange e ora Città di Asti.

Altro

Cerchiamo giovani che abbiano voglia di crescere con noi

I giovani sono una risorsa importante per il futuro della Società, un patrimonio di conoscenza e di crescita su cui contare dal punto di vista sportivo ma anche formativo. Il Città di Asti in questa stagione, fresca della promozione in A2 ha deciso di puntare moltissimo sul vivaio e l’ha affidata a Daniele Lamattina classe 1993 con un passato guarda caso anche nelle giovanili della stessa Astense (under21 per un anno con partecipazione alle fasi finali ).

Altro

Città di Asti si ricomincia

Puntuale come il gran premio del Belgio di Formula uno così il raduno del Città di Asti all’ultima domenica disponibile di agosto è ormai un classico. Più che un raduno per cominciare a testare i muscoli inattivi per la pausa estiva è anche e soprattutto un classico dell’accoglienza, dei discorsi, dei buoni propositi e della voglia di fare gruppo.

Altro

Il calendario completo del Città di Asti. Esordio casalingo a ottobre

Ci siamo il calendario è pronto la serie A2 dopo quello della Coppa Italia (con il Città di Asti inserita nel triangolare con L84 e CDM Genova) e quello di Coppa di Divisione dove la squadra di Lotta attende la vincente del confronto tra Avis Isola e Savigliano. Ora è tempo di godersi le affascinanti sfide del campionato nazionale Girone A di serie A2. Si comincia in casa è questo è sicuramente ben augurante anche se l’avversario è bello tosto come Padova. Sarà un mese di ottobre che ci vedrà prevalentemente giocare tra le mura miche. E dopo la prima trasferta nell’alto vicentino contro il Carrè Chiuppano di Zanella e soci, due passaggi al Pala contro Ossi San Bartolomeo e Villorba.

Altro

Semplicemente Douglas Corsini un campione che torna ad Asti

E’ indubbiamente il colpo dell’estate per il Città di Asti fresco neo promosso in serie A2, un a categoria difficile dove occorrono uomini d’esperienza e di qualità. Douglas Corsini ha entrambe queste caratteristiche e poi torna ad Asti dove ha lasciato dolcissimi ricordi. In esclusiva per i tifosi del Città di Asti le sue prime parole in questa intervista dell’uomo, che ad Asti, ha già alzato ambiti trofei.

Altro

Fiscante si confessa a pochi giorni dal raduno. Obiettivo 14 ma sarà dura

 

Solita faccia scanzonata quella di Fisco (Flat tax o f24 chiamatelo come volete) ma in campo e quando parla di futsal è un vero professionista. Ha lasciati ricordi bellissimi in qualsiasi squadra abbia giocato, ma con l’Astense prima e il Città di Asti poi ha scritto la storia di questa società (due promozioni di cui due dalla serie B alla A).Lo abbiamo disturbato durante il relax ferragostano per una breve intervista. Partiamo dal fondo quanto dispiace per Maschio ?. : Tantissimo perché lui è una persona generosa e ha dato tantissimo al gruppo, sarà strano ripartire senza di lui

Altro

Maschio: lascio con le lacrime agli occhi ma il cuore sarà sempre per il Città di Asti

Una maglia quando l’hai cucita dentro è difficile da togliere, quando sei cresciuto come ragazzo prima e poi come uomo lo è ancora di più. Tante le storie da raccontare, tanti i ricordi da mettere in archivio. Una decisione sofferta quella del Capitano, al secolo Andrea Maschio, dettata anche dall’amore per la propria squadra, il voler essere sempre al top altrimenti meglio mettersi in disparte. Lo abbiamo sentito e gli abbiamo lasciato taccuino libero perché le emozioni non possono essere mediate, i sentimenti non possono essere raccontati, ma solo vissuti in prima persona dal protagonista. Ci rimane il rammarico di non vederlo in campo con i nostri colori, ma in tribuna quando sarà possibile si, e sentiremo il suo incitamento e il suo grido come sempre. Grazie Capitano per quello che hai fatto per noi e buona vita.

Altro

Dal 29 settembre scatta la Coppa Italia. Gli accoppiamenti

In attesa di conoscere l’esito del sorteggio per il campionato che conosceremo alla vigilia di ferragosto prima di rituffarci nell’agone del campionato ecco servito come antipasto quello della Coppa Italia. La Formula è sempre la stessa il triangolare da cui emerge un solo vincitore per andare avanti al turno successivo altro triangolare che poi definirà le migliori quattro che si contenderanno il trofeo nella classica Final Four.

Altro