Coppa di divisione: Lotta batte il Fossano e si regala il Came Dosson

Una partita emozionante quella della Coppa di Divisione che si è tenuta questa sera a Fossano. Di fronte alla squadra di casa con un ottimo Casalone in porta Lotta ha dato spazio a chi ha giocato meno in questo periodo e ne è venuta fuori una partita piacevole, fuori dagli schemi usuali che ha divertito il pubblico con un risultato in bilico fino al 50’.

Altro

Gran colpo del Città di Asti. Preso Maluko

La perfezione non esiste nel mondo reale figuriamoci nel mondo sportivo, solo il lavoro puntuale e preciso può dare delle certezze che il campo in qualsiasi momento può ribaltare. Perché diciamo questo? ma perché il Direttivo del Città di Asti ha messo a segno un colpo che in prospettiva è un gran botto aggiudicandosi i servizi, a partire dal prossimo 15 novembre, del forte pivot Andrè Maluko.

Altro

Torna la Coppa di Divisione. Questa sera alle 21 a Fossano

Torna la Coppa di Divisione questa sera alla 21 il Città di asti ancora in trasferta, dopo aver battuto il Savigliano, si torna in provincia di Cuneo contro la Rhibo Fossano, in un match in cui conta solo segnare una rete in più per andare avanti. Inizia così una quattro giorni che vedrà gli uomini di Lotta giocare due partite importanti per portare avanti quanto di buono fatto finora.

Altro

Esordio per gli under 17

Prima uscita stagionale per i ragazzi dell’under 17 (Passalacqua, Scavino, Zullo, Stefanato, Barbouch, Primiamo, Scalia, Qasmaoui, Demarie e Averna) che nel palazzetto di Via Gerbi hanno mosso, è il caso di dire, i primi passi, e che ci fosse tensione lo potevi percepire proprio dall’inizio quando anche i più elementari schemi rimangono nelle gambe.

Altro

Buon punto del Città di Asti contro il Carrè Chiuppano. Pirotecnico 5 a 5

Il Città di Asti torna dalla lunga trasferta veneta contro il Carrè Chiuppano con un prezioso pareggio. L’altalena di emozioni vissute questo pomeriggio al Palazzetto veneto hanno messo a dura prova le coronarie dei tifosi piemontesi che, prima hanno visto la squadra prendere il largo, per poi subire il ritorno di Pedrinho e compagni che hanno sfruttato a dovere il portiere di movimento. Anche se l’ultima occasione di Celentano a dieci secondi dalla fine avrebbe potuto dare l’esito dell’epica a questa trasferta.

Altro

Celentano: la chiave del gioco passa da una buona difesa

La squadra si sta allenando in vista di una trasferta molto difficile e tosta, il precedente unico è dell’anno passato in casa in Coppa di divisione con un robusto 9  a 4 con cui il Carrè maramaldeggiò sul Città di Asti. Ma si trattava di due squadre completamente diverse. Con il capitano Antonio Celentano abbiamo analizzato la prima partita e fatto un po’ di pre-tattica in vista della prossima partita . Capitano smaltita la vittoria contro Padova ? Assolutamente Si, smaltita, e stata una bella partita. abbiamo giocato benissimo ma stiamo già pensando alla prossima Nessuna sorpresa, abbiamo giocato bene e abbiamo meritato, ma sono anche convinto che il Petrarca perderà pochi punti per strada, quindi una vittoria che vale doppio.

Altro

Asti Padova la partita perfetta. Il commento

E’ stata quella di sabato scorso ad Asti una partita tattica tra velocità e solidità. Impressionante la mole dei giocatori patavini in particolare Cividini (7,5) e Urio (6,5), degli armadi contro cui era praticamente impossibile non andare a sbattere. Ottima la prova di Corsini (8) nelle vesti di difensore muro e di Celentano (7,5) nel contenimento delle folate degli avversari. La diga della difesa ha poi permesso le rapide ripartenze di Fazio (7,5) Ongari (7) e soprattutto di Itria (9,5), un furetto cannibale con il vizio della rete.

Altro

Un caffè dolce per il Città di Asti. Battuta Padova all esordio

La palla è rotonda ancora di più nel futsal dove il campo è sempre giudice supremo e se martedì il Città di Asti si era fatto sorprendere dal Genova oggi gli uomini di Lotta hanno disputato una partita tutta grinta e nervi mettendo sotto il Padova di Urio vera corrazzata del Girone A della serie A2. Padova che era venuto ad Asti con le intenzioni di fare propria la posta e proprio per questo motivo l’inizio della partita è stato affrontato dai veneti con un buon furore agonistico.

Altro