Chiusura col botto per il Città di Asti. Una squadra che Lotta

9 secondi tanto sono bastati a Rodolfo Fortino per mettere a segno la rete del suo ritorno su sponda Città di Asti al Palasanquirico, e quando hai un campione così nelle tue fila tutto diventa molto più facile. Tre reti d’autore di cui l’ultima con un suntuoso cucchiaio all’incrocio che nulla a invidiare a Falcao che ha appena appeso le scarpette al chiodo. Una partita già decisa nel primo tempo con un roboante 7 a 0 con le reti di Itria Pellegrino Fiscante e Corsini oltre alla tripletta del bomber. Tre partite in sette giorni si fanno sentire due trasferte in Sardegna pesano però il gruppo c’è, ed è bello coeso, merito di un allenatore che sta creando una squadra a trazione offensiva quanto mai determinata. Il segno del primo tempo è tutto qua una grinta inconsueta merito anche di Robocop che con Corsini rappresenta l’anima di esperienza di questo gruppo.

Altro

A Sestu un pari prezioso dei ragazzi del Città di Asti.

 A Sestu le emozioni ci sono sempre soprattutto nel finale e se nel campionato era andata bene a Celentano e compagni, ora tocca ai sardi festeggiare per aver recuperato la partita nei secondi finali. Doverosa la partenza dal finale ma altrettanto in grande applauso ai nostri ragazzi per aver dato un segno di grande concretezza in terra sarda, con molte assenze e un risultato che deve essere visto in un’ottica di qualificazione alle Final Four. Il Citta di Asti tornerà in campo a cavallo delle due impegnative trasferte di Mantova e Padova, in coppa contro Milano e quello sarà senza ombra di dubbio lo scontro decisivo per andare nell’olimpo delle prime quattro elette.

Altro

CITTA DI ASTI IL PREMIO PER UN ANNATA FANTASTICA

Fine anno, si sa, è tempo di bilanci e allora per il Città di Asti è giusto guardarsi alle spalle per celebrare quello che è stato, anche se mancano ancora due partite alla fine dell’annata solare contro Sestu e Merano. Il premio che il nostro Vice Presidente Riccardo Averna ha ricevuto in nome e per conto del sodalizio sta li a testimoniare del grande sforzo che tutto il gruppo ha portato a termine in un pomeriggio carico di tensione a Rho

Altro

Doppio Fortino e Fazio e il Città di Asti va

Dopo quelli contro Milano arrivano altri tre punti per il Citta di asti che per la seconda volta quest’anno torna a casa dalla Sardegna con il vento in poppa di una vittoria mai tanto sofferta come quella di oggi. Arrivano sul campo Fortino e Pellegrino ma mancano Fiscante e Siviero. La curiosità su tutti è per Fortino ma è Fazio il primo a trovare una rete delle sue facendosi trovare pronto al momento giusto, sembra una gara in discesa, ma il pressing alto dei sardi mette in difficoltà e in apprensione i piemontesi e così prima il Leonardo trova il pari fortunoso e poi di vera intensità mette a sedere il Città di Asti portandosi in vantaggio.

Altro

Furlanetto: Fortino è il nostro CR7

Il Presidente Diego Furlanetto ha così commentato il colpo della Dirigenza che si è aggiudicata i servizi di un grande campione come Rodolfo Fortino: E’ un top player, aver portato lui al Città di Asti equivale a Cr7 alla Juve. la città si merita questa visibilità, e vedere giocare dei campioni è sempre bello. Sono molto soddisfatto, siamo una matricola per la serie A2 ma cerchiamo di fare del nostro meglio facciamo sul serio.

Altro

Fortino: il mio sogno con il Città di Asti, tornare in serie A

E’ incredulo anche lui nel commentare la notizia ma la voce che si è sparsa in serata ha trovato conferma in quello che può ben dirsi come uno dei botti di calcio mercato: “Ho vissuto dei momenti bellissimi ad Asti. Ho conosciuto tante persone del bene. Ho ancora tanti amici e anche per questo motivo mi ha spinto a valutare positivamente questo ritorno. Mi aspetto una grande e bella avventura.

Altro

Il ritorno di Robocop Fortino ad ASTI

A volte la realtà supera la fantasia è quello che devono aver pensato i Dirigenti del Città di Asti quando si sono trovati di fronte all’occasione della vita quella di riportare alla corte della Città di Alfieri un uomo che ha fatto la fortuna anche di questa città, sponda Orange del movimento del futsal piemontese e nazionale. E così Rodolfo tornerà a calcare il parquet del Palasanquirico scherzando con vecchi compagni come Corsini e Celentano e insegnando i trucchi del mestiere a Itria e Pellegrino.

Altro

Asti batte Milano 4 - 3 partita carica di adrenalina

 4 a 3 è un risultato che evoca una partita storica nel calcio a undici: l’Azteca, i supplementari, la magia di Rivera, la vittoria dopo una partita tiratissima. E’ sempre brutto fare paragoni ma l’adrenalina che entrambe le squadre hanno prodotto tra di loro e in chi l’ha vista non può essere da meno. Un primo tempo forse non all’altezza e una ripresa da fuochi d’artificio. Il Palasanquirico ritorna ad essere il tempio del Città di Asti dopo la due giorni di sfide tra Francia e Italia. Lima consegna idealmente la fascia del gioco al nostro capitano Celentano e la squadra parte a mille, ma Milano controlla con precisione e su una rimessa da laterale lo schema porta il marcantonio brasiliano Sardella al tiro fulminante imparabile al sette.

Altro