Un sabato di allenamento per i ragazzi.

Anche se il campionato è fermo la preparazione continua il mese di febbraio prevede a partire dalla prossima settimana scontri importanti che determineranno la griglia di partenza dell’eventuale post season e quindi meglio mettere carburante nella gambe in un campionato che ha dimostrato finora, prova ne sia anche la partita di venerdì sera tra Sestu e Padova all’insegna dell’ equilibrio. Ogni partita un’insidia, ogni rete potrebbe essere quella definitiva, una disattenzione potrebbe essere letale. Ecco perché in questo periodo attenzione e concentrazione devono essere al massimo.

Altro

I nostri ragazzi arrembanti, quelli allenati da Itria

Dal momento che oggi non ci sono impegni della prima squadra stante la finale di Coppa di Divisione che vede impegnata nella Final Four la Came Dosson, militante nella massima serie  e contro cui Celentano e compagni hanno disputato una partita pregevole impensierendo fino alla fine la forte compagine veneta ci sembra doveroso parlare dei nostri ragazzini l’under. Dopo un girone d’andata passato a conoscersi e ad allenarsi duramente i risultati non arrivavano, ma la voglia e la passione quella non è mai mancata e i risultati quando ti alleni duramente poi arrivano e dopo gli exploit in Coppa Italia ecco anche gli acuti in campionato.

Altro

Con il Carre Chiuppano una vittoria che vale il secondo posto in solitaria

 Il fischio finale dell’arbitro è stata una liberazione più per i tifosi che non per la squadra, ma alla fine quello che conta è il risultato di 2 a 1. Non era una partita facile contro il secondo attacco del campionato che la difesa di asti ha saputo ben contenere, inoltre con gli innesti del mercato di riparazione Ferraro coach del Chiuppano ha innestato delle pedine quanto mai interessanti che lo hanno portato a vincere le ultime tre sfide, tra cui quella contro Padova. Un primo tempo in cui Asti cerca con continuità la porta ma ha difficoltà nel concretizzare le azioni. E così su una ripartenza quasi all’intervallo subisce la ripartenza di hernandez.

Altro

Il Città di Asti si candida per ospitare le Final Four

 E’ la notizia del momento il Città di Asti ha chiesto ufficialmente di poter far disputare le finali di Coppa Italia di serie A2 al Palasanquirico nel prossimo 16/17 marzo. Si tratta di una grande operazione di promozione del territorio e del futsal e che arriva come corollario dell’accesso tra le migliori quattro italiane da parte del Città di Asti.

Altro

Grandi i nostri baby. Due successi in pochi giorni

A volte per raggiungere un traguardo bisogna impegnarsi a fondo prepararsi e riprovarci in continuazione e poi le soddisfazioni e i risultati arrivano e così l’under 19 ha portato a casa due guizzi che fanno ben sperare anche per il proseguo del campionato. Il primo squillo è stata la vittoria in casa contro il Rhibo Fossano in campionato per 3 a 2. Kabli De Marie eGasti i marcatori.

Altro

Oggi col Chiuppano la prima di dieci finali

ci siamo oggi alle 16 si torna al Palasanquirico pronti a giocarci il tutto per tutto in queste ultime dieci partite, che come recitava il nostro bomber Fortino devono essere dieci finali, da affrontare una alla volta con piglio e determinazione. Di fronte il Carrè Chiuppano, una squadra forte tatticamente e tecnicamente con all’attivo tre vittorie consecutive di cui una in casa contro il forte Petrarca Padova.

Altro

Mendes: guardiamo solo noi una partita alla volta. Forza Città di Asti

Un giocatore completo Rudy Mendes, tante reti e una qualità e visione di gioco quanto mai unica, fermo per un mese per via di un infortunio rimediato nella doppia trasferta sarda, è tornato in Coppa contro Milano e ha fatto il suo contro il Padova. Lo abbiamo intervistato a metà settimana durante la preparazione della sfida contro il Carrè Chiuppano. Come ha giocato la squadra contro il Padova ? : Abbiamo disputato un buon primo tempo ma siamo calati nel secondo tempo soffrendo tanto, ci hanno punito su alcuni nostri errori e alla fine giocando meglio nella ripresa l’hanno portata a casa.

Altro

La corsa del Città di Asti si ferma a Padova

Dopo quattro vittorie di fila, di cui due esterne, si ferma il Città di Asti contro il Petrarca Padova al termine di un match stellare rimasto in bilico fino al 15 della ripresa tra due squadre che hanno dato tutto per il predominio nel girone. E’ stata una battaglia con Padova che veniva da due sconfitte consecutive e Asti che aveva prevalso in quel di Mantova. In più il Città di Asti aveva avuto anche la fatica supplementare di Coppa contro Milano per conquistare un posto tra le prime quattro d’Italia per contendersi la Coppa Italia. Partenza guardinga tra le due squadre con Asti che osa di più, prova ne sia anche il palo colpito da Celentano. Fortino è una spina nel fianco nella difesa veneta e a metà tempo porta in vantaggio i piemontesi, le azioni si susseguono e occasioni fioccano da entrambe le parti poi Cividini trova il diagonale del pari e la partita si incanala sul binario del pareggio in tutto anche nei falli (5 a testa alla fine del tempo) c’è ancora tempo per una bella incursione di Itria magistralmente parata da Timm.

Altro