Il Citta di Asti il benevenuto ad Alessandro Savasta

La famiglia del Città di Asti si arricchisce di una nuova pedina, di qualità e di esperienza, una vecchia conoscenza del futsal pimontese si è infatti accasata agli ordini di Gianfranco Lotta. Si tratta di Alessandro Savasta Fiore, una vita per il futsal, molto più di una passione che ha macinato ore e ore di palestra lungo tutti i campi e i palazzetti del Piemonte e non solo.

Altro

I giovani del Città di Asti gustano la Coppa

 I giovani del Città di Asti raccolgono allori Francesco Itria fresco di convocazione di nazionale ricorsa così la sua prima volta: Non c’è nulla di puù bello che indossare i colori della propria nazionale, una sensazione fantastica, la prima volta non si scorda mai, sono orgoglioso e mi impegnerò al 100 per cento allenamento dopo allenamento per essere riconvocato.

Altro

LOTTA: partenza buona ma dobbiamo migliorare sempre

Mentre Francesco Itria si gode il suo sogno, la Nazionale ha permesso a Mr. Gianfranco Lotta di tirare un po’ il fiato dopo Coppa di Divisione, Coppa Italia e le prime sei di campionato. Un percorso duro in un campionato molto equilibrato, ma che ha visto il Città di Asti partire da protagonista. Gianfranco ti aspettavi un partenza così forte (11 punti frutto di 3 vittorie due pareggi e una sconfitta) ? Obbiettivamente da matricola.no, la partenza è stata buona ma dobbiamo ancora lavorare parecchio per migliorare. Siete stati gli unici a vincere contro Padova come si fa ? Diciamo che è stata una partita molto combattuta ed equilibrata poi è andata bene a noi. Eravamo consapevoli di affrontare una delle candidate al vertice del campionato...siamo scesi in campo con tanta voglia e con la mentalità giusta per portare a casa un risultato positivo.

Altro

Il Giovane Meraviglia convocato in Nazionale

C’è chi lo chiama giovane meraviglia, chi pomposamente l’ha ribattezzato il Cannibale per la sua voracità in zona rete, ma quello che è certo che è stata la sorpresa più gradita di questo inizio di campionato, la tripletta contro il Petrarca lla prima giornata e poi reti di qualità come in trasferta a Chiuppano e contro il Came Dossson in casa.

Altro

Il Città di Asti non scalfisce il muro del CDM Genova

Poteva essere una settimana trionfale con tre vittorie su tre, purtroppo il CDM Genova ha imbastito letteralmente una gabbia nei confronti degli attaccanti del Città di Asti e ha tenuto fino alla fine la difesa di un risultato che è un buon punto per il campionato dei liguri. Al Cdm mancavano Leandrinho Ortisi e Foti pedine fondamentali per Lombardo che hanno costretto l’allenatore ligure a giocare sempre di rimessa. E proprio di rimessa all’inizio della partita ha colpito due volte con capitan Lombardo, prima dopo due minuti con una ripartenza letale e poi con un altro contropiede in cui la palla messa in centro non ha trovato deviazioni utili da parte dei padroni di casa.

Altro

Corsini: un passo alla volta miglioreremo sempre

Il campionato sabato dieci traguarda la sesta giornata del girone d’andata e al Palasanquirico arriva il Genova, già incontrato all’esordio in Coppa Italia e che mise in difficoltà Celentano e compagni con una sconfitta che dopo il brillante 6 a 2 all’L84 è diventato un ko indolore. Ma più di un mese fa Leandrinho e Ortisi misero seriamente in difficoltà gli Astigiani. A margine della partita di Coppa abbiamo scambiato due chiacchiere con Douglas Corsini partendo proprio dall’ultima partita di campionato contro il Sestu: “vittoria molto importante in un campo dove poche squadre faranno punti, è una vittoria che vale doppio.

Altro

Si vince a Brandizzo e si sale tra le prime 12 in Italia

Il mercoledì di coppa si addice al Città di Asti che sbanca il Palazzetto di Brandizzo casa dell’L84 e ribalta la situazione nel girone sorpassando sul filo di lana i torinesi e i genovesi e puntando al prossimo triangolare da cui usciranno le fantastiche quattro che si contenderanno la Coppa Italia. Una serata tranquilla un utile test come ammicca Mr Lotta.

Altro

Triplo Mendes e il Città di Asti sbanca il Paladante

C’era un cronista sportivo che quando voleva esaltare la prestazione della sua squadra diceva della rete della vittoria, pesante come un film di Fassbinder. Beh senza tema di essere smentiti questa vittoria conquistata nel convulso finale al Paladante contro Sestu è di un’importanza capitale. Asti ha sempre sofferto i sardi, come non ricordare anche la doppia sconfitta maturata un paio di stagioni orsono in serie B, ma oggi è un'altra storia. Asti parte subito bene, ma poi non riesce a venire a capo della ragnatela della squadra di casa che a metà tempo segna con Dell’onder la rete del vantaggio. A questo punto è il Sestu a imprimere un deciso aumento dell’intensità. Un palo una traversa e anche un gran parata di Tropiano tengono a galla il sodalizio di Lotta.

Altro