Siviero: occhio al Villorba ci darà del filo da torcere. Sabato alle 16 la partita

Quarta giornata di campionato e terza partita in casa per il Città di Asti che riceve la compagine veneta del Villorba sabato 27 alle ore 16 in un Palasanquirico che si sta animando di tifosi e di appassionati di futsal sempre più. Asti veleggia al secondo posto in classifica con 7 punti 15 reti (Itria con 7 e capocannoniere seppur in coabitazione) e solo 8 subite (terza difesa del campionato). E’ ancora presto per fare classifiche e per tracciare bilanci ma di sicuro il rendimento di queste prime settimane è sicuramente positivo. Di fronte una squadra che trova in trasferta il suo approccio migliore e che quindi bisogna fare molta attenzione. Prima del match abbiamo intervistato Andrè Siviero uno dei nuovi, autore della rete che ha sbloccato la partita contro i sardi degli Ossi san Bartolomeo settimana scorsa.

Altro

Il Città di Asti batte Ossi San Bartolomeo e si issa al secondo posto

La seconda in casa contro gli isolani dell’Ossi San Bartolomeo danno linfa vitale alla classifica del Città di Asti che con questa vittoria si issa al secondo posti della classifica. Una partita in cui Celentano e compagni hanno messo una grinta senza pari e sono stati facilitati dalla marcatura di Siviero avvenuta dopo poco più di un minuto. Asti ha messo pressione ai giocatori sardi e ha limitato le sortite di Zanatta che ha tuttavia impensierito Tropiano con due tiri forti e decisi.

Altro

Marc Cano LLado il Città di Asti è una famiglia

Mar Cano Llado la serata di coppa gli permette di marcare una doppietta che infonde fiducia e gli permette di inserirsi meglio negli schemi di squadra, il piccolo infortunio rimediato in preparazione lo aveva un po’ condizionato ma ormai, quello, è il passato: il Città di Asti è super, mi sono trovato bene con la squadra e con lo staff. Per sfortuna ho avuto in piccolo infortunio e sono stato fuori per 15 giorni. Adesso mi sto riprendendo per aiutare al massimo la squadra.

Altro

Coppa di divisione: Lotta batte il Fossano e si regala il Came Dosson

Una partita emozionante quella della Coppa di Divisione che si è tenuta questa sera a Fossano. Di fronte alla squadra di casa con un ottimo Casalone in porta Lotta ha dato spazio a chi ha giocato meno in questo periodo e ne è venuta fuori una partita piacevole, fuori dagli schemi usuali che ha divertito il pubblico con un risultato in bilico fino al 50’.

Altro

Gran colpo del Città di Asti. Preso Maluko

La perfezione non esiste nel mondo reale figuriamoci nel mondo sportivo, solo il lavoro puntuale e preciso può dare delle certezze che il campo in qualsiasi momento può ribaltare. Perché diciamo questo? ma perché il Direttivo del Città di Asti ha messo a segno un colpo che in prospettiva è un gran botto aggiudicandosi i servizi, a partire dal prossimo 15 novembre, del forte pivot Andrè Maluko.

Altro

Torna la Coppa di Divisione. Questa sera alle 21 a Fossano

Torna la Coppa di Divisione questa sera alla 21 il Città di asti ancora in trasferta, dopo aver battuto il Savigliano, si torna in provincia di Cuneo contro la Rhibo Fossano, in un match in cui conta solo segnare una rete in più per andare avanti. Inizia così una quattro giorni che vedrà gli uomini di Lotta giocare due partite importanti per portare avanti quanto di buono fatto finora.

Altro

Esordio per gli under 17

Prima uscita stagionale per i ragazzi dell’under 17 (Passalacqua, Scavino, Zullo, Stefanato, Barbouch, Primiamo, Scalia, Qasmaoui, Demarie e Averna) che nel palazzetto di Via Gerbi hanno mosso, è il caso di dire, i primi passi, e che ci fosse tensione lo potevi percepire proprio dall’inizio quando anche i più elementari schemi rimangono nelle gambe.

Altro

Buon punto del Città di Asti contro il Carrè Chiuppano. Pirotecnico 5 a 5

Il Città di Asti torna dalla lunga trasferta veneta contro il Carrè Chiuppano con un prezioso pareggio. L’altalena di emozioni vissute questo pomeriggio al Palazzetto veneto hanno messo a dura prova le coronarie dei tifosi piemontesi che, prima hanno visto la squadra prendere il largo, per poi subire il ritorno di Pedrinho e compagni che hanno sfruttato a dovere il portiere di movimento. Anche se l’ultima occasione di Celentano a dieci secondi dalla fine avrebbe potuto dare l’esito dell’epica a questa trasferta.

Altro