Sabato prossimo bisogna sfatare il tabù Villorba

22 reti subite 11 realizzate tre sconfitte maturate di cui due in Veneto. Con il Villorba mai una gioia verrebbe da dire per il Città di Asti che ha conosciuto solo amarezze sul parquet, ma le serie negative sono fatte per essere interrotte ed è quello che si spera fin da sabato prossimo quando riprenderà il campionato con la prima giornata del girone di ritorno. Il dicembre astigiano è stato foriero di risultati e vittorie che hanno rilanciato le ambizioni di Celentano e compagni che hanno avuto il merito di vincere su due campi difficli come Massa e Aosta ma soprattutto hanno fermato a domicilio la corrazzata Carrè Chiuppano al termine di una bella battaglia di futsal.

Altro

Corsini: le partite si vincono in difesa

Corsini è stato il vero portafortuna di questa stagione del Città di Asti. Assente per squalifica alla prima giornata di campionato, la squadra ha rimediato l’unica, sinora sconfitta. Capace di chiudere a doppia mandata la difesa, non disdegna nemmeno la presenza in fase d’attacco e le sue reti fin qui segnate danno la dimensione di una grande maturità artistica del campione che sta trascinando i compagni a una stagione di grande spessore. A qualche ora da un anno che Asti si aspetta denso di soddisfazioni ci ha rivelato aspettative e sogni.

Altro

XUXA: per me il Città di asti è come una famiglia. Buon anno a tutti

Fine anno tempo di bilanci e di aspettative per l’anno che verrà. Il dono di Natale alla squadra arrivato un po’ in anticipo per il Città di Asti è senza dubbio Marcio Junior Zanchetta, in arte Xuxa, grinta e voglia di giocare a futsal come nessuno. Tanto taciturno e concentrato fuori dal campo quanto una furia nel rettangolo di gioco. E a questo punto dopo tre vittorie consecutive di gran qualità nessun traguardo è precluso per il sodalizio di Asti.

Altro

Il 2019 un anno incredibile per il Città di Asti. Auguri a tutti

E’ stato un anno fantastico quello del Città di Asti, da matricola in serie A2 siamo arrivati a un soffio dai play off, abbiamo disputato sotto il nostro cielo, dentro il nostro Palazzo una finale di Coppa battuti da un Sandro Abate, poi promosso in serie A1 che sta dettando legge anche nel massimo campionato. 14 vittorie, 9 pareggi e solo cinque sconfitte. 110 reti segnate e 95 quelle subite. Campioni del calibro di Fortino e Zanchetta hanno allietato i nostri pomeriggi del sabato.

Altro

Lotteria del Città di Asti. Tutte le info

Prima di Natale la consueta estrazione di premi e omaggi della Lotteria che organizza la società. L’estrazione è avvenuta in sede nella serata di venerdì scorso di seguito i risultati.

Altro

Terza di fila e pass per la Coppa Italia. Decisamente un Buon Natale per il Città di Asti

Terzo squillo consecutivo per il Città di Asti che regola l’Aosta a domicilio e si mette in una posizione di classifica di rincalzo rispetto alle prime posizioni ma pronta a dire la propria nel girone di ritorno. L’innesto di Xuxa ha dato una scossa incredibile a tutta la squadra. La cattiveria agonista di Zanchetta è proverbiale, morde ogni pallone disponibile e stimola i compagni a fare meglio. Al Montfleury Lotta si presenta senza il totem Corsini, squalificato, e Mendes e Fazio ai box. L’inizio sorprende i piemontesi che si fanno infilare da Zatsuga dopo poco più di un minuto, ma poi è solo un monologo astigiano con Zanchetta, Braga e Major che ci provano da ogni posizione. Ma occorre un’invenzione di Xuxa per aprire il match l’assist al bacio per Peninha è da favola e Renato lo converte con un tiro al volo che si infila nel sette battendo l’incolpevole portiere locale.

Altro

Un Citta di asti in versione deluxe piega il Carrè Chiuppano

Non era mai successo che in questa stagione il Chiuppano perdesse, si tratta di una squadra molto quadrata, che ha trovato una sua solidità difensiva e in grado di resistere agli attacchi avversari, ma oggi Mr. Ferraro si è trovato di fronte nel secondo tempo un Città di Asti in gran spolvero. Merito di Zanchetta senza ombra di dubbio ma anche di Corsini ormai una certezza e di un capitano come Celentano in grado di dettare tempi e ritmi e di essere decisivo: suo lo strappo a metà del secondo tempo, sua la difesa da consumato portiere sulla linea di porta. Eppoi Siviero la sua determinazione è stata unica per acciuffare il pari e che dire di Major rigorosamente in palla e determinante. 

Altro

Torna ad Asti Mirco Casassa

Non si ferma la Dirigenza del Città di Asti che dopo il brillante esordio dell’ultimo arrivato Xuxa Zanchetta sforna un altro colpo facendo ritornare ad Asti dove ha raccolto e mietuto successi con gli Orange tra cui uno scudetto e due coppe Italia Mirco Casazza. Mirco è stato per tre stagioni alla corte dell’Acqua e Sapone dove ha incrementato il suo palmares con un altro campionato due coppe italia e una winter cup e soprattutto con un grande alla difesa dei pali come Mammarella.

Altro