Con il Carre Chiuppano una vittoria che vale il secondo posto in solitaria

 Il fischio finale dell’arbitro è stata una liberazione più per i tifosi che non per la squadra, ma alla fine quello che conta è il risultato di 2 a 1. Non era una partita facile contro il secondo attacco del campionato che la difesa di asti ha saputo ben contenere, inoltre con gli innesti del mercato di riparazione Ferraro coach del Chiuppano ha innestato delle pedine quanto mai interessanti che lo hanno portato a vincere le ultime tre sfide, tra cui quella contro Padova. Un primo tempo in cui Asti cerca con continuità la porta ma ha difficoltà nel concretizzare le azioni. E così su una ripartenza quasi all’intervallo subisce la ripartenza di hernandez.

Lotta catechizza i suoi e alla ripresa Celentano e compagni mettono un furore agonistico deciso che li porta a pressare con convinzione i veneti. Prima un palo di Mendes poi dopo un’azione tambureggiante di Fiscante Fortino è al posto giusto ed è pareggio. Sale poi in cattedra il cannibale e dopo tre azioni mancate di un soffio è lui a segnare la rete del definitivo vantaggio. A questo punto il Chiuppano getta il cuore oltre l’ostacolo e le azioni si susseguono con continuità da una parte e dall’altra: Ferraro tenta anche la carta del portiere del movimento e il Chiuppano segnerebbe anche una rete che viene però annullata dall’arbitro per una probabile spinta dell’attaccante veneto. Non c’è più tempo e la partita finisce qui con un 2 a 1 che consegna ad asti il secondo posto in classifica. Bella squadra quella del Chiuppano che non merita assolutamente la posizione in classifica attuale e che sarà sicuramente del filo da torcere a tutte le altre protagoniste del campionato

 

Città di Asti – Carre Chiuppano 2 a 1 (0 – 1)

Primo tempo  18 . 41 Hernandez  ©

Secondo tempo 6’27 Fortino (A) 9’46” Itria (A)