Celentano: conta il risultato a maggio non ora. Adesso pensiamo a Milano

Venti secondi a Milano qualche stagione fa, solo otto a Rho contro il Real Cornaredo a maggio e ieri a 64 secondi dalla fine il sigillo che ha mandato in vetta il Città di Asti nel girone A della serie A2. La predilezione di capitan Celentano per le lombarde è ormai conclamato che sia diventata la zona Celentano ? Zona Celentano non saprei, ho la fortuna di trovarmi nel posto giusto al momento giusto, certamente senza il passaggio di Ongari nella finale e di Siviero ieri sera non sarebbe accaduto.

Com’è stato il girone d’andata ? Abbiamo fatto un ottimo girone di andata, peccato per alcuni punti persi, specialmente in casa, ma abbiamo avuto anche fortuna in alcuni momenti, quindi direi che in generale è stato un ottimo girone di andata, siamo momentaneamente primi, e tutto molto bello. Futuro prossimo venturo? Ora abbiamo una partita fondamentale contro il Milano che ci darà accesso alle final four , e importantissima per noi Poi abbiamo il Petrarca in casa loro, contro una squadra che reputo la più forte del campionato, sarà durissima ma anche noi siamo un ottima squadra, i particolari faranno la differenza. Adesso viene il difficile ? Ora per noi viene il difficile, mantenersi nelle prime posizione è l aspetto più difficile perché dobbiamo essere bravi in ogni partita e avere esperienza nel pensare che per ora non abbiamo fatto ancora niente, il risultato finale conta a maggio, non ora