Villorba bestia nera del Città di Asti

Niente da fare ci sono squadre con cui sei accoppiato che non riesci a digerire e per il Città di Asti il Villorba è una vera e propria bestia nera. 15 reti subite tra andata e ritorno (sulle 49 subite) e doppia sconfitta, sarà il Veneto probabilmente a portare male agli uomini di Lotta ma su tre trasferte solo un punto con il Chiuppano è il bottino che il Città di Asti porta a casa dal viaggio in terra veneta. Eppure la partita non si era messa male dopo un primo tempo a reti bianche ma con diverse occasioni per entrambe le squadre è Fortino a rompere l’equilibrio al 5 della ripresa, i veneti pareggiano ma è ancora lui Robocop a mettere la freccia.

Altro

Villorba trasferta difficile ma dobbiamo crederci

Si ritorna in pista dopo la lunga trasferta sarda a casa degli Ossi, il calendario propone un altrettanto lungo viaggio in veneto contro il Villorba. All’andata alla quarta di campionato Del Piero e compagni imposero il primo stop alla truppa capitanata da Celentano, una partita dai due volti con gli uomini di Lotta che riuscirono a riprendere una prima volta i veneti grazie a un eurogol del capitano ma poi crollarono nella ripresa con Del Gaudio e del Piero che inflissero un duro stop violando il Palasanquirico.

Altro

Il Città di Asti vede quota trenta dopo il successo contro Ossi San Bartolomeo

Non esistono mai partite facili vanno tutte affrontate con attenzione e con molta pazienza. Con questo mantra il Città di Asti si è recato a far visita alla formazione di Gianpiero Loriga in Sardegna, una partita posticipata alle 18.30. L’inizio è in salità per il Città di Asti che schiera in porta Scianna e si avvale nel quintetto iniziale di Corsini, Siviero Mendes e Ongari. Loriga dopo due minuti buca la difesa piemontese, ma ci pensa Fortino a mettere le cose a posto e poi in sequenza Fazio mette un uno due che indirizza il match. A pochi secondi dalla fine Mendes mette il sigillo della sicurezza. Nella ripresa ritmi più leggeri ma ancora due reti con Mendes e Corsini e Sechi per gli isolani.

Altro

Lotta: finalmente si riprende il campionato. Oggi in Sardegna ma giochiamo una partita per volta

 Ricomincia il campionato di futsal e il Città di Asti, forse per l’ultima volta è atteso da una lunga trasferta sarda in questa stagione. E’ il turno di incontrare Ossi San Bartolomeo già sconfitto in casa all’andata. Non esistono partite facili bisogna sempre giocarle fino alla fine ne è consapevole il Mister Gianfranco Lotta “Finalmente si riprende, non ci sono mai partite facili , dobbiamo tenere alta la concentrazione e rispettare l'avversario.Mister come vi siete preparati in questo periodo? Ci siamo preparati intensamente soprattutto dal punto di vista atletico la sosta può aver fatto bene proprio per questo motivo e siamo tesi per il finale di stagione.

Altro

Regione Piemonte e Comune di Asti con il Città di Asti per la Coppa

C’è attesa, inutile negarlo, per la definizione della sede finale della Final Four di Coppa Italia. Il Città di Asti così come il Futsal Coba sono le due pretendenti che hanno manifestato interesse per portare nel proprio palazzetto un evento sicuramente unico. Tre partite al cardiopalma per definire la vincente della Serie A2 di Coppa Italia. Un percorso che ha portato gli uomini di Lotta a disfarsi nell’ordine di CDM Genova, L84, Città di Sestu e Milano.

Altro

Glauber Reggiani le vittorie si pianificano a tavolino

Calcio a 5 e Brasile è un binomio inscindibile, l’eleganza, l’imprevedibilità e un gioco a mille all’ora ne fanno un vero e proprio manifesto dello sport. E se Fortino, Mendes e Siviero sono le frecce all’arco di Lotta in campo non è da meno Reggiani Glauber laureato in scienze motorie e che sta finendo un master professionale di alto livello in sport di squadra a Barcellona per la EFC. Un aiuto in panca per provare schemi e strategie tutto in salsa gialloverde

Glauber allora una tua scheda di presentazione?: “ho sempre giocato il calcio a cinque. Sia nella scuola, quartiere o qualche club a São Paulo. Però più che giocare mi piaceva l’allenamento e vedere come gli allenatori si muovevano durante gli allenamenti prestando attenzione a tutto quello che dicevano e facevano Quando sono entrato nell’università nel 2009, avevo già chiaro nella testa che volevo allenare e quindi ho cercato di provare più esperienza possibile sempre ad alto livello.

Altro

Un sabato di allenamento per i ragazzi.

Anche se il campionato è fermo la preparazione continua il mese di febbraio prevede a partire dalla prossima settimana scontri importanti che determineranno la griglia di partenza dell’eventuale post season e quindi meglio mettere carburante nella gambe in un campionato che ha dimostrato finora, prova ne sia anche la partita di venerdì sera tra Sestu e Padova all’insegna dell’ equilibrio. Ogni partita un’insidia, ogni rete potrebbe essere quella definitiva, una disattenzione potrebbe essere letale. Ecco perché in questo periodo attenzione e concentrazione devono essere al massimo.

Altro

I nostri ragazzi arrembanti, quelli allenati da Itria

Dal momento che oggi non ci sono impegni della prima squadra stante la finale di Coppa di Divisione che vede impegnata nella Final Four la Came Dosson, militante nella massima serie  e contro cui Celentano e compagni hanno disputato una partita pregevole impensierendo fino alla fine la forte compagine veneta ci sembra doveroso parlare dei nostri ragazzini l’under. Dopo un girone d’andata passato a conoscersi e ad allenarsi duramente i risultati non arrivavano, ma la voglia e la passione quella non è mai mancata e i risultati quando ti alleni duramente poi arrivano e dopo gli exploit in Coppa Italia ecco anche gli acuti in campionato.

Altro