La prova del nove contro il Futsal Monza. Domani imperativo un gran tifo

La vittoria contro Cornaredo ha dato forza e qualità al gioco del città di Asti, la classifica comincia a essere meno deficitaria che in passato, ma ora occorre dare continuità al nostro percorso. Quest’anno siamo sempre mancati nel dare continuità al nostro percorso, svoltare in tal senso sarebbe utile oltre che importante per chiudere in bellezza la stagione. Al Palasanquirico arriva una squadra che non è acile da affrontare, un team che ha saputo crescere in personalità e che nell’ultimo turno è andato a impattare in Sardegna contro il Sestu per 1 a 1. Di fatto fermando la corsa dei sardi dopo sei successi consecutivi. Nel girone di ritorno Monza non ha mai perso e all’andata nei secondi finali i ragazzi impattarono sul 3 a 3.

Altro

Costa: per giocare bisogna trovare il ritmo giusto. Vai DJ

Quando arriva prima della partita è già li ad armeggiare con il Cd pronto a lavorare per cercare la musica giusta per motivare i compagni lui è Dj dentro e fuori e le musiche fanno parte della sua vita, più motivatore che giocatore, si schermisce lui, in realtà una pedina fondamentale di un gruppo di amici che rispondono al nome di Città di Asti  

(..) Mi piace poter trasmettere la mia carica a chi puó averne bisogno, a volte basta davvero poco

Qual è la colonna sonora di questa stagione ?

la marea dei sogni di Andrea Cerrato (artista emergente astigiano) che incita a metterci coraggio e continuare a lottare per i propri obiettivi.

Il tuo rapporto con la musica ?

Assomiglia a quello con il pallone, è la mia valvola di sfogo e una passione enorme, sono due punti fondamentali della mia vita

Altro

Averna: Sono fiero di quello che stiamo facendo. Solide basi per un futuro luminoso

Primo a entrare in campo, ultimo ad uscire, tutto deve essere sempre perfetto dall’organizzazione tattica delle partite all’aspetto pratico, nulla viene lasciato il caso. Ieri lo abbiamo visto sommerso dai giocatori prima delle partite anche sul bus del ritorno. Riccardo è così, più che un Presidente, un uomo di gruppo e questo alla fine paga soprattutto nei momenti di felicità, anche perché, sai che puoi sempre contare su di lui nei momenti bui.

Altro

Provaci ancora Hamza. Juniores ancora vincente

I ragazzi della Juniores ci hanno preso gusto, messo in carniere il primo successo per 9 a 0 contro il Rosta aggiornano subito il tabellino con un'altra roboante prestazione contro lo Sportiamo. Un 10 a 2 in trasferta dal sapore antico. E’ servito un girone per trovare l’amalgama ma adesso ci si diverte e si è raggiunto quell’obiettivo che la società sognava fin dall’inizio, permettere ai giovani di trovare un ambiente serio e preparato che li metta nelle condizioni ideali di gioco.

Altro

Un Città di Asti in formato super porta a casa i tre punti contro Cornaredo

C’è molta soddisfazione in casa del Città di Asti perché il successo in trasferta contro il forte Cornaredo un successo frutto di un grande lavoro collettivo settimanale e anche frutto della sconfitta maturata negli ultimi secondi contro il Sestu. Un’ingiustizia sportiva quella maturata nell’ultima casa contro i fortissimi sardi, un tributo alla sfortuna nera che quest’anno ha deciso di bersagliare oltre misura coach Lotta e i suoi uomini. E così è stato, intensità, emotività e preparazione queste le corde pizzicate dall’allenatore in settimana. Due pedine in meno con Cannella ai box e Maschio squalificato facevano presupporre un match in salita. C’era poi la partita dell’andata disputata in quel di Bra, con il Cornaredo che aveva fiaccato la resistenza di una squadra in debito d’ossigeno.

Altro

Una trasferta Real per credere nei nostri obiettivi

Venti secondi alla fine, questo era il tempo che veniva segnato dal palestrone di Bra per l’ennesima sconfitta immeritata del girone di andata. Una squadra commovente priva di tanti pezzi, presa per mano da capitan Maschio e con l’ausilio di Banzi aveva tenuto testa per oltre 39 minuti ai più quotati lombardi. Una beffa che fa ancora male e condita dell’espulsione di Tropiano che aveva avuto il torto di prendersela con una sedia al fischio finale. Un girone dopo abbiamo più qualità, più rotazioni e più grinta, abbiamo macinato gioco e vittorie e sappiamo che dobbiamo lottare su ogni singolo pallone per evitare distrazioni e per non lasciare opportunità agli avversari.

Altro

Sorce: se non ci arrivo salto. E non mollo mai

Piccolo e saporito direbbero in piemontese stretto, lui è così un peperino cosmico, fastidioso, che quando gioca mette in crisi il sistema avversario, utile pedina di ricambio per far rifiatare i pesi massimi dell’attacco, si muove con leggerezza e leggiadria e la rete realizzata contro il Mediterranea è stata una delle cose più belle viste al Palasanquirico quest’anno.

Altro

Juniores del Città di Asti, un percorso di crescita. Al Pala prima vittoria

Erano anche loro a bordo campo ad assistere alla partita di alta scuola tra Sestu e Città di Asti, un gran tifo fatto nei confronti dei loro fratelli maggiori, pronti a gioire insieme a Celentano e a maledire il tiro uscito di poco nel finale. Loro sono la nostra colonna sonora giovane, loro sono gli amici che ci sostengono, loro sono la nostra chiave futura. La linfa di una società che si è messa in campo, che ha voluto crescere e credere anche in questi ragazzi, dandogli le opportunità di divertirsi e di imparare un gioco veloce e frizzante e chissà magari un giorno di calcare con altre maglie e altro spirito il Palasanquirico.

Altro